Contralegem facit qui id facit quod lex prohibet




Dalle Sezioni Unite...



5 ottobre 2015
- numero 19785: In tema di vizi della cosa concessa in locazione finanziaria che la rendano inidonea all'uso, occorre distinguere l'ipotesi in cui gli stessi siano emersi prima della consegna (rifiutata dall'utilizzatore) da quella in cui siano emersi successivamente alla stessa perché nascosti o taciuti in mala fede dal fornitore. Il primo caso va assimilato a quello della mancata consegna, con la conseguenza che il concedente, in forza del principio di buona fede, una volta informato della rifiutata consegna, ha il dovere di sospendere il pagamento del prezzo in favore del fornitore e, ricorrendone i presupposti, di agire verso quest'ultimo per la risoluzione del contratto di fornitura o per la riduzione del prezzo. Nel secondo caso, l'utilizzatore ha azione diretta verso il fornitore per l'eliminazione dei vizi o la sostituzione della cosa, mentre il concedente, una volta informato, ha i medesimi doveri di cui al precedente caso. In ogni ipotesi, l'utilizzatore può agire contro il fornitore per il risarcimento dei danni, compresa la restituzione della somma corrispondente ai canoni già eventualmente pagati al concedente.


17 settembre 2015
- numero 18214: L'assenza della forma scritta è sanabile nei modi, forme e termini riportati all'art. 13 legge n. 431/1998. In ragione di ciò, compito del giudice sarà quello di accertare l'assenza di forma scritta, accertare che tale mancanza sia riconducibile alla volontà esclusiva del locatore, determinare il canone dovuto e, ove occorra, condannare il locatore alla restituzione del canone eventualmente incamerato in eccedenza. Requisito necessario è l'accertamento della posizione predominante del locatore che deve consistere in una inaccettabile pressione finalizzata a costringere il conduttore ad un contratto in forma verbale. Invece, se l'assenza di forma è riconducibile a volontà esclusiva o concorrente del conduttore il locatore potrà agire per ottenere la restituzione dell'immobile occupato senza titolo.


15 giugno 2015
- numero 12307: La parte che contesti l'autenticità del testamento olografo deve proporre domanda di accertamento negativo della provenienza della scrittura, e l'onere della relativa prova, secondo i principi generali dettati in tema di accertamento negativo, grava sulla parte stessa.


6 maggio 2015
- numero 9100: Nell'azione di responsabilità promossa dal curatore del fallimento di una società di capitali nei confronti dell'amministratore della stessa l'individuazione e la liquidazione del danno risarcibile dev'essere operata avendo riguardo agli specifici inadempimenti dell'amministratore, che l'attore ha l'onere di allegare, onde possa essere verificata l'esistenza di un rapporto di causalità tra tali inadempimenti ed il danno di cui si pretende il risarcimento. Nelle predette azioni la mancanza di scritture contabili della società, pur se addebitabile all'amministratore convenuto, di per sé sola non giustifica che il danno da risarcire sta individuato e liquidato in misura corrispondente alla differenza tra il passivo e l'attivo accertati in ambito fallimentare, potendo tale criterio essere utilizzato soltanto al fine della liquidazione equitativa del danno, ove ricorrano le condizioni perché si proceda ad una liquidazione siffatta, purché siano indicate le ragioni che non hanno permesso l'accertamento degli specifici effetti dannosi concretamente riconducibili alla condotta dell'amministratore e purché il ricorso a detto criterio si presenti logicamente plausibile in rapporto alle circostanze del caso concreto.




Save the Children Italia Onlus

Affari e Economia
Resta sempre aggiornato, seguici su

News

mercoledì 21 ottobre 2015
Donazioni indirette
martedì 20 ottobre 2015
Una sola violazione del mantenimento non implica automaticamente l'inidoneità all'affido condiviso
mercoledì 30 settembre 2015
Ok per il canone crescente ma se determinabile con gli elementi contrattuali
martedì 7 luglio 2015
Per gli alimenti al coniuge si deve tenere conto anche delle condizioni dell'obbligato
martedì 30 giugno 2015
Responsabilità del datore di lavoro per l'illecito del dipendente
venerdì 26 giugno 2015
Locazione: la permanenza del conduttore non vale come ripensamento alla disdetta
martedì 9 giugno 2015
Responsabilità del locatore per le autorizzazioni amministrative
giovedì 28 maggio 2015
Attenzione a dove si cammina: non sempre la responsabilità è del comune
Rimani sempre aggiornato sulle News di Contralegem




In evidenza






Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori Informazioni

Accetta