Giurisprudenza italiana, sempre più dalla parte degli animali

Giurisprudenza italiana, sempre più dalla parte degli animali

Sono passati pochi mesi dal processo “Angelo”, il procedimento più discusso in tema di uccisione di animali conclusosi con una sentenza senz’altro storica. Il Giudice accoglieva la richiesta del PM condannando gli autori alla pena massima prevista dal nostro ordinamento. Giustizia fatta per Angelo, una vittoria per tutti gli animalisti e per tutti coloro che persone non sono… Ma, come sostenuto e più volte ripetuto dai moltissimi che hanno voluto parlarne, non sufficiente. Considerata storica,…

Continua

Strisce blu: legali o abusive?

Strisce blu: legali o abusive?

Visto il clamore che ha suscitato lo speciale delle Iene sulla presunta illegalità delle famigerate strisce blu, abbiamo ritenuto utile, anche noi di Contralegem.it, fare il punto della situazione. Secondo l’art. 7, n. 1, lettera f) del Codice della Strada (D.lgs. n. 285/1992 in Gazz. Uff. 18/05/1992 n. 114) nei centri abitati i comuni possono stabilire con ordinanza del sindaco, previa deliberazione della giunta, aree destinate al parcheggio sulle quali la sosta dei veicoli è subordinata…

Continua

Danni causati dai dossi: il comune deve risarcire

Danni causati dai dossi: il comune deve risarcire

Danni al veicolo causati dal dosso mal segnalato? Il responsabile è il comune. La questione è giuridicamente inquadrabile nell’ambito di applicazione della disciplina codicistica dettata in tema di responsabilità da cose in custodia, che trova completa esplicazione nell’art. 2051 c.c.. La lettera del suddetto articolo configura una ipotesi di responsabilità extracontrattuale oggettiva, per la cui sussistenza è sufficiente che ricorra, e sia provato dal danneggiato, il nesso causale tra la res, che taluno abbia in custodia, ed…

Continua

Multe illegittime e targhe clonate

Multe illegittime e targhe clonate

Tra le situazioni più o meno assurde che si possono presentare nella vita quotidiana, merita una particolare attenzione il diffuso fenomeno di multe indirizzate a soggetti che non hanno mai commesso l’infrazione contestata. Capita di ricevere una multa per una infrazione commessa in una città dove magari non si è mai stati, o se si in un periodo diverso da quello indicato. Il più delle volte si tratta di infrazioni minori, come la mancata esposizione…

Continua

Mancata comunicazione dati conducente: attenzione alla sanzione accessoria!

Mancata comunicazione dati conducente: attenzione alla sanzione accessoria!

L’art 126 bis del Codice della Strada disciplina al 2° comma la sanzione prevista per il caso di mancata comunicazione dei dati del conducente nelle ipotesi in cui, a seguito di una infrazione ove non sia stata possibile l’immediata contestazione al conducente, al proprietario/obbligato in solido venga notificato un verbale che oltre alla sanzione pecuniaria preveda la decurtazione dei punti patente. Questa norma nasce con l’intento di permettere al proprietario obbligato in solido dell’autovettura di evitare…

Continua

Ricorso avverso cartella esattoriale ex art.22 L. 689/81

Ricorso avverso cartella esattoriale ex art.22 L. 689/81

Cartelle esattoriali. Alcuni utili suggerimenti sul da farsi nel caso in cui ci venga ingiustamente notificata una cartella esattoriale. Cosa sono, l’impugnazione e, a seguire, i possibili motivi di ricorso e infine uno schema di ricorso. Cosa fare quando ci arriva un’ingente cartella esattoriale Quando si riceve una cartella esattoriale per prima cosa, quasi istintivamente, si cerca di stabilire a cosa possa essere imputata. Non è un fatto inusuale che nella cartella si trovi un riferimento a…

Continua

Guida in stato di ebbrezza: quando un decimale e la temperatura sotto zero può salvarci la patente

Guida in stato di ebbrezza: quando un decimale e la temperatura sotto zero può salvarci la patente

La norma La guida in stato ebbrezza costituisce un fenomeno assai diffuso che il legislatore ha inteso sanzionare più o meno severamente a seconda del tasso alcolemico (espresso in grammi di alcool per litro di sangue g/l) accertato nel conducente. La norma di riferimento è l’art. 186 del Codice della Strada (D.lgs. 285/92), ai sensi del quale chiunque guida in stato di ebbrezza è punito (ove il fatto non costituisca più grave reato): I SOGLIA…

Continua

Verbale annullato ma resta la sanzione per omessa comunicazione dei dati del conducente

Verbale annullato ma resta la sanzione per omessa comunicazione dei dati del conducente

Automobilisti attenzione! La seconda sezione della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 10 novembre 2010, n. 22881, ha stabilito che il termine assegnato al proprietario del veicolo per comunicare all’organo accertatore i dati relativi al conducente non decorre dalla definizione del procedimento di opposizione avverso il verbale di accertamento impugnato, ma dalla data della richiesta rivolta al proprietario dall’organo di polizia. Ciò significa che, in conformità alla normativa attualmente vigente, il proprietario del veicolo…

Continua

Gli accertatori ATM e le multe “pirata”

Gli accertatori ATM e le multe “pirata”

Nelle grandi città trovare parcheggio è diventato ormai un miraggio e se lo si trova, nella maggioranza dei casi, è a pagamento oppure è riservato ai residenti. Il costo orario delle c.d. “strisce blu”, tra l’altro, è spropositato (a Milano varia da € 1,20 a € 2,00 all’ora), ma la multa per il mancato pagamento della sosta lo è ancora di più (€ 38,00). Ebbene, stanco di cercare, hai lasciato la macchina sul marciapiede ed al…

Continua

La beffa del “Condono per la rottamazione dei ruoli” del 2003

La beffa del “Condono per la rottamazione dei ruoli” del 2003

Nel corso dell’anno 2003, in ragione di quanto previsto dalla legge n. 289/2002 (c.d. “Condono per la rottamazione dei ruoli”), milioni di contribuenti di tutta Italia hanno aderito al condono dei ruoli pregressi emessi in relazione al mancato pagamento della tassa automobilistica per gli anni d’imposta 1993-1996. Conformemente a quanto previsto dal suddetto Condono milioni di persone hanno quindi provveduto al pagamento del 25% dell’importo indicato nelle relative cartelle esattoriale, ottenendone lo sgravio. Quest’anno, ovvero…

Continua
1 2