Interpretazione letterale del contratto si, ma anche secondo la logica

In tema di interpretazione del contratto, la Cassazione affrontando una questione controversa ha affermato che quello letterale è il primo criterio da seguire ma non va inteso in senso assoluto, atteso che il richiamo, nell’art. 1362 c.c., alla comune intenzione delle parti impone di estendere l’indagine ai criteri logici, teleologici e sistematici anche laddove il testo dell’accordo sia chiaro ma incoerente con indici esterni rivelatori di una diversa volontà dei contraenti. E’ quanto ha affermato la…

Continua

L’acquirente della casa occupata mantiene l’agevolazione “prima casa”

Può capitare anche con le aste immobiliari di acquistare un immobile occupato abusivamente da terzi. Se l’acquisto è avvenuto con le agevolazioni prima casa chi compra ha un tempo limitato per trasferire la propria residenza per non decadere dalla predetta agevolazione. Ma che succede se l’inquilino abusivo non rilascia l’immobile e non è possibile dar corso al trasferimento di residenza? Sul punto è intervenuta la Cassazione affermando che a prescindere dalla conoscenza, del nuovo proprietario,…

Continua

Presenza delle parti alla mediazione

Nel procedimento di mediazione obbligatoria disciplinato dal D.Lgs. n. 28 del 2010 e successive modifiche, è necessaria la comparizione personale delle parti davanti al mediatore, assistite dal difensore. Nella detta comparizione obbligatoria, tuttavia, la parte può anche farsi sostituire da un proprio rappresentante sostanziale, eventualmente nella persona dello stesso difensore che l’assiste nel procedimento di mediazione, purché dotato di apposita procura sostanziale. Cass. Civ. sez., III, n. 8473 del 27 marzo 2019

Continua

Il danno dei parenti della vittima deve essere provato

Spesso gli effetti di un illecito (si pensi anche soltanto ad un incidente stradale) coinvolgono i parenti della vittima che a loro volta subiscono un danno conseguente. Detto danno però non è riconosciuto automaticamente dalla legge, ma deve essere richiesto e dimostrato da chi lo ha subito. E’ quanto ha chiarito la Cassazione con pronuncia n. 5807 del 28 febbraio 2019

Continua

Licenziamento socio lavoratore

In tema di tutela del socio lavoratore di cooperativa, in caso di impugnazione, da parte del socio, del recesso della cooperativa, la tutela risarcitoria non è inibita dall’omessa impugnazione della contestuale delibera di esclusione fondata sulle medesime ragioni, afferenti al rapporto di lavoro, mentre resta esclusa la tutela restitutoria. E’ quanto affermato dalle Sezioni Unite della Cassazione con sentenza n. 27436 del 20/11/2017.

Continua

Registrazione tardiva sana la nullità della locazione

La Cassazione interviene ancora una volta sul malcostume degli affitti in nero. Recentemente si era affermata la radicale nullità del contratto di locazione, in assenza di registrazione, risolvendo un annoso contrasto giurisprudenziale. Con la sentenza n. 23601 del 09/10/2017 gli Ermellini, tornando sul tema, chiariscono che la registrazione tardiva sana la nullità contrattuale fin dall’inizio, come se fosse una sanatoria. Gli accordi raggiunti e formalizzati nel contratto, tra proprietario e inquilino, saranno considerati validi sin…

Continua

Regime del margine: l’interpretazione è solo restrittiva

Il c.d. regime del margine trova la sua disciplina nell’art. 36 del D.L. n. 41 del 1995 (convertito dalla legge n. 85 del 1995) e negli artt. da 311 a 325 della direttiva 2006/112/CE del Consiglio del 28 novembre 2006 (e non già dall’art. 26 bis della sesta direttiva 77/388/CEE del Consiglio del 17 maggio 1977) per le cessioni di beni d’occasione, di oggetti d’arte, da collezione o di antiquariato. Detto regime fiscale costituisce deve…

Continua

Diffamazione si o diffamazione no?

La Corte di Cassazione, in sede civile, torna a chiarire i limiti del reato di diffamazione e lo fa a sezioni Unite con sentenza n. 18987 del 31/07/2017. Gli Ermellini hanno precisato nella predetta sentenza che affinché vi sia diffamazione occorre avere riguardo alle espressioni utilizzate che devono essere socialmente interpretabili come offensive. In altre parole il significato assunto dalla frase deve essere oggettivamente diffamante. Cass. civ. Sez. Unite, 31/07/2017, n. 18987

Continua

E’ donazione il trasferimento di strumenti finanziari

Se gli strumenti finanziari vengono trasferiti a mezzo banca attraverso l’esecuzione di un ordine di bancogiro impartito dal disponente non può essere considerata una liberalità non donativa o donazione indiretta poiché si configura invece una vera e propria donazione che come tale deve rispettare le norme le norme previste dal codice civile. Prima fra tutte la forma dell’atto pubblico richiesta a pena di nullità dell’atto stesso. Il caso è interessante per affrontare la differenza tra…

Continua

Pignoramento e competenza del Giudice Tributario

La Corte di Cassazione interviene a Sezioni Unite sullo spinoso argomento della competenza del Giudice Tributario in materia di esecuzione forzata inerente a pretese fiscali. Nella suddetta pronuncia gli Ermellini affermano in primo luogo che il Giudice tributario è competente in caso di opposizione agli atti esecutivi riguardanti l’atto di pignoramento, che si assume viziato per l’omessa o invalida notificazione della cartella di pagamento (o degli altri atti presupposti dal pignoramento) qualora sia impugnata anche…

Continua
1 2