Diffamazione si o diffamazione no?

La Corte di Cassazione, in sede civile, torna a chiarire i limiti del reato di diffamazione e lo fa a sezioni Unite con sentenza n. 18987 del 31/07/2017. Gli Ermellini hanno precisato nella predetta sentenza che affinché vi sia diffamazione occorre avere riguardo alle espressioni utilizzate che devono essere socialmente interpretabili come offensive. In altre parole il significato assunto dalla frase deve essere oggettivamente diffamante.

Cass. civ. Sez. Unite, 31/07/2017, n. 18987



Lascia un commento