EASY DOWNLOAD – Cosa fare per “recedere dal contratto”

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 7 giugno – “Sono sempre più numerosi gli utenti che si stanno rivolgendo alla nostra Unione chiedendoci aiuto perché tempestati da e-mail di sollecito di pagamento provenienti dal sito easy download” E’ quanto rende noto Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC). “Al semplice inserimento del proprio nome e del proprio indirizzo e-mail sul sito www.easy-download.com -spiega Dona- iniziano ad arrivare all’utente una serie di mail dove si dichiara che si è concluso un contratto di servizio per un abbonamento di 24 mesi a pagamento anticipato anno per anno. Il passo successivo è la richiesta di pagamento, seguita da intimidazioni, basando la pretesa sulla ormai decorrenza del termine di legge di dieci giorni per il recesso”.

“In realtà -incalza Dona- la normativa vigente in materia di contratti a distanza obbliga la società ad inviare idonea informativa per iscritto al consumatore per renderlo edotto dei dati dell’imprenditore, degli estremi del contratto ed, in particolare, dei termini e modalità per l’esercizio del diritto di recesso. Inoltre, per ‘recedere’ dal (presunto) contratto basta inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede legale della società (Easy Download – Euro Content Ltd. – Quirinsstr. 8 – D-60599 Frankfurt am Main p.c.) e per conoscenza alla nostra Unione Consumatori. Infatti il termine legale di dieci giorni si riferisce alla situazione in cui il professionista abbia adempiuto agli obblighi informativi previsti dalla legge, ma dalle molte segnalazioni che sono pervenute ai nostri sportelli pare evidente che questo onere non è stato rispettato”.

“Da parte nostra -conclude il Segretario generale- abbiamo depositato una segnalazione all’Autorità Antitrust e alla Polizia Postale.

Roma, 7 giugno 2010

Fonte consumatori.it



Lascia un commento