Lo sfratto nella locazione commerciale

Lo sfratto nella locazione commerciale

Niente sanatoria per l’inquilino moroso se si tratta di locazione ad uso non abitativo. Il mancato pagamento del canone da parte dell’inquilino è uno degli eventi patologici del contratto di locazione che può comportare la risoluzione del rapporto e la conseguente azione giudiziaria del proprietario per ottenere il rilascio dell’immobile e il recupero dei canoni non pagati. Abbiamo già parlato della risoluzione del contratto di locazione a fronte dell’inadempimento dell’inquilino che smette di pagare i…

Continua

Quando si può sfrattare l’inquilino moroso

Quando si può sfrattare l’inquilino moroso

Il rapporto di locazione prevede specifici obblighi e diritti sia per il proprietario che per l’inquilino. Per quest’ultimo il principale obbligo è quello di corrispondere il canone e le spese puntualmente. Ma se l’inquilino smette di pagare, o paga “a singhiozzo”, per la risoluzione del contratto è necessario attendere che la morosità perduri almeno 20 giorni. In ogni caso, fino a 3 volte nell’arco di un quadriennio, il conduttore avrà la possibilità di sanare la…

Continua

La scure del Fisco sugli affitti in nero

La scure del Fisco sugli affitti in nero

Con il Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23, entrato in vigore il 7.4.2011, recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, è stata prevista per il locatore la facoltà di assoggettare il canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all’abitazione, ad un’imposta, operata nella forma della cedolare secca, sostitutiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle relative addizionali, nonché delle imposte…

Continua