Seconda scadenza Irpef Mod. 730 il 31 maggio termine ultimo

Seconda scadenza Irpef Mod. 730 il 31 maggio termine ultimo

Nel diciottesimo compleanno del 730 la prima delle scadenze inderogabili per la relativa presentazione è già scaduta. Quella del 30 aprile, prevista per coloro che hanno scelto di consegnare il modello al sostituto d’imposta (datore di lavoro) già compilato. Vediamo la seconda scadenza Irpef Mod. 730.

E visto che i tempi stringono anche per quanto riguarda la seconda scadenza, quella del 31 maggio 2010, prevista per coloro che invece hanno scelto l’assistenza fiscale di un Caf o di un professionista abilitato (consulenti del lavoro, dottori commercialisti ed esperti contabili) vogliamo fornire una rapida carrellata di tutte le cose fondamentali che occorre sapere.

Chi deve e chi non deve presentare la dichiarazione.

Innanzitutto i soggetti che devono presentare questa dichiarazione sono i lavoratori dipendenti, i pensionati e anche i lavoratori autonomi. Questi ultimi se nel 2009 hanno percepito redditi di lavoro per i quali non sia richiesta la partita Iva. 

Invece coloro che non possono presentarla sono in generale i possessori di partita Iva (liberi professionisti e società). 

Infine vi è chi non è tenuto a presentare la dichiarazione, ma che può comunque farlo per usufruire delle detrazioni d’imposta. E’ infatti possibile giovarsi di tutti gli sconti fiscali che la normativa tributaria ammette e per ottenere rapidamente i rimborsi in busta paga o con la pensione. 

In pratica se dal modello Cud risultano imposte pagate, chi ha sostenuto delle spese (mediche, di istruzione, l’RC Auto…) che danno diritto alla detrazione d’imposta ha tutta la convenienza a presentare la dichiarazione, ancorché esonerato. 

Con il 730, infatti, sarà possibile ottenere il rimborso di quanto pagato fino alla cifra corrispondente alla detrazione utilizzabile nella dichiarazione. Ma se non si hanno redditi e quindi l’Irpef è pari zero, tali detrazioni non possono essere utilizzate per ottenere un credito.

Quanto costa pagare le tasse?

E’ bene sottolineare che se si consegna al professionista o al Caf il modello già compilato non si deve pagare nulla per il visto e per la consegna che infatti sono gratuiti. Se invece si richiede l’assistenza fiscale del professionista i costi variano a seconda che si tratti di un professionista abilitato oppure un Caf. 

A titolo puramente indicativo i costi sono circa 100/120 € in caso di professionista, mentre 70/90 € qualora ci si rivolga a un Caf.

Cosa portare con sé per la seconda scadenza Irpef Mod. 730.

I contribuenti a questo punto devono munirsi al più presto di tutta la documentazione necessaria per far valere gli sconti. Infatti questa seconda categoria di contribuenti (quelli per i quali la scadenza è fissata al 31 maggio) devono presentare ai professionisti abilitati e ai Caf tutta la documentazione necessaria affinché questi rilascino il visto di conformità sul 730. 

In generale occorre esibire al professionista: 

  • le attestazioni delle ritenute d’acconto indicate nel 730;
  • il Cud o certificati dei sostituti di imposta per le ritenute sui redditi da lavoro, gli attestati degli acconti d’imposta, versati direttamente dal contribuente o trattenuti dal sostituto d’imposta;
  • l’ultimo modello Unico o 730 presentato, in caso di eccedenza di imposta riportata nella successiva dichiarazione;
  • infine eventuali fatture e ricevute relative a pagamenti effettuati nel 2009 per gli la deduzione delle spese affrontate.

L’imposta.

La dichiarazione si chiuderà con un debito o con un credito e nel primo caso l’importo risultante verrà dedotto nella busta paga o pensione di luglio nel secondo caso verrà accreditato. 

All’occorrenza è bene tenere presente che il pagamento dell’imposta può essere rateizzato, in un massimo di 5 rate. E’ anche possibile usufruire di un nuovo e più basso tasso di interesse rispetto a quello dell’anno scorso, che si attesta allo 0,33% mensile. Gli interessi decorreranno dalla seconda rata di agosto.

Dott.ssa Federica Francica

Studio commercialistico F.F. L.N. Milano

f.francica@contralegem.it

9/05/2010